logo-autogeniusricambi R03

numeroverde

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza utente. Clicca il pulsante 'Accetto' per accettare i cookie, altrimenti clicca sul pulsante 'No grazie'. I cookie tecnici sono in ogni caso installati per consentire il corretto funzionamento del sito.

Visualizza l'informativa sui cookie completa

Non hai accettato i cookie, quindi gli unici cookie installati sono quelli tecnici, necessari per il corretto funzionamento del sito. Sei ancora in tempo per ripensarci, attivando tutti i cookie e avere una esperienza migliore sul nostro sito.

Hai acconsentito all'installazione dei cookie. Puoi cambiare la tua decisione in qualsiasi momento.

Articoli Tecnici

Articoli Tecnici (79)

Vota questo articolo
(1 Vota)

Il fonomeno dell' acquaplaning si verifica quando a causa dell' acqua presente sul manto stradale, i pneumatici "galleggiano" facendo pericolosamente e improvvisamente perdere al veicolo aderenza. Questo fenomeno è dovuto al fatto che il battistrada dei pneumatici non riesce a "spostare" l' acqua che si trova tra lo stesso ed il manto stradale. Non esiste uno spessore del pneumatico o profondità del battistrada che renda immuni da tale pericolo, sicuramente avere le gomme in ordine diminuisce il rischio di molto. Il modo per evitare l' acquaplaning in presenza di pozzanghere o di parecchia acqua piovana sul manto stradale è quello di moderare la velocità e di tenere una guida lineare. Nel caso dovesse verificarsi l' acquaplaning è sconsigliabile decelerare o accelerare bruscamente e tantomeno frenare energicamente perchè tali comportamenti causerebbero la perdita di controllo del veicolo. Come in tante situazioni per evitare problemi è sufficiente un po di prudenza in più.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Se la vostra auto ha circa 100.000 chilometri, allora sicuramente bisognerà sostituire gli ammortizzatori. Gli ammortizzatori, non solo attutiscono i sobbalzi della nostra auto, ma incrementano la sicurezza della stessa, quando facciamo una curva o sentiamo quei soliti e fastidiosi rumori dovuti a qualche buca o nel percorrere strade sterrate. Innanzitutto noi di Autogeniusricambi consigliamo di acquistare sempre ammortizzatori delle migliori marche come ad es. Monroe, TRW o Kaybaba (KYB),

Vota questo articolo
(1 Vota)

Un’operazione spesso sottovalutata ma assolutamente importante è quella del controllo del liquido di raffreddamento del motore. Il livello va controllato a motore freddo e con l’ auto posta in piano. Il livello del liquido di raffreddamento dell’auto deve arrivare ad una posizione compresa tra il livello massimo e minimo contrassegnato sul serbatoio di espansione del circuito di raffreddamento. Utilizzate per un eventuale rabbocco l’acqua del rubinetto in quanto l’acqua distillata è maggiormente corrosiva. Prestate attenzione che nel circuito di raffreddamento vi sia sempre un adeguata percentuale di liquido antigelo, questo oltre a proteggere il motore a basse temperature esterne, lo proteggerà dalla corrosione. Va ricordato inoltre, che il liquido va totalmente sostituito ogni quattro anni o comunque come indicato nel libretto di uso e manutenzione dell’auto.

Pagina 20 di 20

Condividi sui Social

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ultime 5 Notizie